Batanta è la più piccola delle quattro grandi isole che danno il nome a Raja Ampat, potrebbe essere il più piccolo dei Quattro Re, ma con oltre 60 km di lunghezza e 8 km di larghezza, è decisamente grande!
L'isola è densamente boscosa e la sua lunga catena centrale di colline si alza abbastanza da generare quasi sempre nuvole danno origine a precipitazioni che alimentano diversi fiumi e cascate.
Batanta è un’isola remota e i villaggi qui sono meno sviluppati rispetto a quelli delle isole più popolari sul lato nord dello stretto di Dampier. Essendo più lontano da Waisai, è anche più difficile da raggiungere, ma i suoi paesaggi marini incontaminati, cascate, fauna selvatica e favolose barriere coralline valgono sicuramente la pena di essere visitati. Le praterie marine nelle baie protette della costa settentrionale di Batanta attirano i dugonghi, e le acque pure delle sue baie supportano le operazioni di coltivazione delle perle. Le giungle di Batanta ospitano una grande varietà di specie endemiche, tra cui l'ipnotizzante Varanus Macraei. Troverai solo una manciata di villaggi a Batanta, e tutti tranne due si trovano sulla serie di baie frastagliate e isole più piccole che compongono la costa nord di Batanta. Di particolare rilievo è il villaggio di Marandan Weser, comunemente noto come Yennyar: è infatti uno dei pochi villaggi in cui tutte le case sono costruite con materiali tradizionali.

 
 
0
 
Il tuo carrello è vuoto